2010-02-28

siamo tutti africani

per non pensare solo a Stefania (sennò a lungo andare, qualcuno mi taccerebbe di essere un maniaco), ho pensato di seguire il consiglio di fabrax. Scartabellando alcuni giornali (premetto che non sono un assiduo lettore ma cerco nel possibile di tenermi aggiornato), ho buttato l'occhio su dei dati che riguardano l'emigrazione. Il titolo mi piace molto: quando i neri eravamo noi. Si parte dal 1890, New Orleans, undici italiani (tutti siciliani) furono linciati dopo essere stati accusati ingiustamente dell'uccisione di un poliziotto.
1893, Aigues-Mortes, il conflitto nella cittadina francese tra operai italiani e francesi si trasforma in un eccidio con nove morti tra gli italiani.
1922, Alabama, viene processata una donna italiana (caso Rollins vs Alabama) considerata non appartenente alla razza bianca.
1927, Boston, nel processo contro gli anarchici italiani Sacco e Vanzetti il pregiudizio contro gli italiani emerse chiaramente.
1969, Roma, dopo la sua visita in Italia, il presidente Usa Nixon disse che gli italiani avevano un odore diverso dagli altri europei.
1970, Australia, fino agli anni '70 gli italiani immigrati venivano schedati come "semi-white" oppure "olive" per il colore della pelle.

Nessun commento: